CBD e Artrite Reumatoide

 In Benessere e Salute

Il CBD come trattamento dell’artrite reumatoide: scopriamo brevemente insieme come funziona.

CHE COS’E’ L’OLIO AL CBD?

 

L’olio al cannabidiolo, conosciuto anche come olio al CBD, deriva dalla canapa. I principali componenti della canapa sono i cannabidioli: gli oli al CBD non contengono il THC, ovvero quel principio attivo della cannabis che “sballa”. I ricercatori si sono recentemente focalizzati sugli effetti dell’olio al CBD studiandone l’efficacia su diverse condizioni che causano dolore, compresa l’artrite reumatoide.

Finora i risultati sono stati davvero promettenti.

Vediamo allora cosa dicono tali studi e quali sono le modalità d’uso dell’olio al CBD.

COSA DICE LA RICERCA

Le prime valutazioni ufficiali sull’uso della canapa medica per il trattamento dell’artrite reumatoide risale al 2006. I ricercatori conclusero che, dopo 5 settimane di utilizzo, un medicinale a base di cannabis chiamato “Sativex” riduceva l’infiammazione e incideva significativamente sul dolore. I partecipanti, tra l’altro, riportarono alla luce un drastico miglioramento del sonno e gli effetti collaterali non avevano nulla a che fare con quelli provocati dalle terapie tradizionali.

Risalgono invece al 2008 altri studi che provarono, finalmente, come l’utilizzo del CBD fosse efficace nel trattamento del dolore e dei problemi del sonno senza alcun effetto collaterale.

Nel 2016 fu utilizzato il gel al CBD sui ratti. Anche questa volta i ricercatori confermarono come il CBD aveva ridotto sia i dolori alle articolazioni che l’infiammazione senza effetti collaterali derivanti.

Nonostante questi grande premesse, gli studi odierni sono purtroppo molto ridotti e rallentati. Molti altri studi, specialmente quelli riguardanti un numero più ampio di partecipanti umani, sono ancora necessari per comprendere totalmente gli effetti del CBD e di ogni altro trattamento basato sulla canapa sui sintomi dell’AR.

COME FUNZIONA

L’olio al CBD ha effetti sull’attività cerebrale, ma non nello stesso modo in cui incide il THC. L’olio interagisce con due recettori chiamati CB1 e CB2 per ridurre il dolore e gli effetti di un’infiammazione.

CB2 ha un ruolo importante anche per quanto riguarda il sistema immunitario. L’artrite reumatoide attacca il sistema immunitario compromettendo i tessuti delle articolazioni. E’ proprio questa relazione a spiegare perché l’olio al CBD sembra essere la carta vincente ai sintomi dell’AR.

In più, le proprietà antinfiammatorie del CBD aiutano a rallentare la progressione e addirittura troncano questa malattia che a lungo termine causa danni permanenti alle articolazioni. Anche febbre e fatica vengono alleviati.

L’Olio 5%, l’Olio 10%e l’Olio 20%potete trovarli presso il nostro store in via Mantica 7, a Udine e anche online: garantite sono la qualità e la fonte grazie anche alla nostra passione e alla dedizione che mettiamo per proporre a nuovi ed affezionati clienti sempre i migliori prodotti. La percentuale indica semplicemente il dosaggio del CBD.

 

COME VIENE USATO L’OLIO AL CBD?

L’olio al CBD si presenta sia in forma liquida che in capsule.

Le capsule possono essere assunte per via orale, in forma liquida addirittura può essere aggiunto a cibi e bevande. L’olio può essere mischiato a creme di uso quotidiano per essere direttamente applicato sulla pelle, questo aiuta le irritazioni, gli eritemi, prurito e dermatite.

Il medico è sicuramente la figura più indicata per concordare i dosaggi corretti. Si consiglia sempre di iniziare con una dose più bassa per constatare la reazione del corpo. Nel momento in cui non vi sono effetti collaterali, le dosi possono essere aumentate.
Nella scelta dell’olio al CBD bisogna sempre fare attenzione che il prodotto sia di ottima qualità e munito di un’etichetta con la lista di tutti gli ingredienti che contiene.

EFFETTI COLLATERALI

L’olio al CBD non presenta potenziali effetti collaterali. C’è da dire però che, nel caso dei primi utilizzi, possano comparire vari sintomi, specialmente se si sono già usati medicinali volti al trattamento dell’artrite reumatoide.

  • nausea
  • fatica
  • diarrea
  • appetito compromesso

Bisogna sempre rivolgersi ad un medico per capire quali possano essere le possibili interazioni con il CBD se in condizioni particolari o se si assumono determinate sostanze: per esempio è bene evitare il consumo di uva.

 

 

Traduzione dall’inglese dell’articolo di Health Line con libere aggiunte

https://www.healthline.com/health/cbd-oil-for-rheumatoid-arthritis#takeaway

 

Post suggeriti
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca