Sport e CBD

 In Benessere e Salute, News dal Mondo

L’ Agenzia Mondiale per l’Anti Doping, meglio conosciuta come WADA, è stata creata nel 1999 per controllare l’uso di sostanze proibite che alterano le prestazioni sportive. E’ sorta su iniziativa del CIO (Comitato Olimpico Internazionale)

La WWA si occupa di controllare ed eseguire test su tutti gli atleti professionisti. Se qualcuno usa queste sostanze, può incorrere a squalifiche, revoche di titoli o medaglie fino ad arrivare alla radiazione. Nella lista si possomo trovare molte sostanze, una tra queste è la cannabis.

Dato che il CBD è un composto chimico estratto dalla pianta di canapa, è stato sulla lista per molto tempo. Nonostante non abbia l’effetto psicoattivo del THC.
Dopo approfondite ricerche, il panorama è cambiato nel Gennaio 2017 quando WADA ha ufficialmente rimosso il Cannabidiolo (CBD) dalla lista delle sostanze controllate e i professionisti ora possono assumerlo senza rischi per la loro carriera.

Da anni diversi atleti professionisti hanno spinto affinchè il CBD fosse tolto dalla lista delle sostanze proibite. Famoso è l’episodio dell’Agosto 2016 quando il lottatore Nate Diaz ha assunto Olio di CBD di fronte ai reporter durante una conferenza stampa dicendo loro che lo aiutava ad accelerare il processo di recupero.
Questo gli ha causato un avviso ufficiale da parte dell’Agenzia Anti Doping Statunitense però il suo gesto ha rappresentato un passo importante nella legalizzazione del CBD.

Perchè il CBD è così popolare tra gli atleti?

Quando si assume olio di CBD (cannabidiolo) esso interagisce con il nostro sistema endocannabinoide il qualche ha due ricettori, CB1 e CB2 attivati da cannabinoidi endogeni. Il CBD può avere un grande impatto positivo sul corpo umano e negli ultimi anni sta acquisendo sempre maggior importanza come antidolorifico completamente naturale.
I modi in cui un atleta può assumere CBD sono vari ma sicuramente il più efficiente è assumendo direttamente l’estratto in gocce.

Molti studi affermano che il CBD ha proprietà anti-infiammatorie ed è molto efficace nel post work out per lenire i fastidi cronici nei muscoli e nelle articolazioni. Purtroppo gli infortuni sono parte inevitabile dell’attività sportiva e per questo gli atleti cercano sempre rimedi efficaci e rapidi per recuperare la forma. Dato che il CBD è completamente naturale e non crea dipendenza, sono sempre di più gli atleti che sostituiscono prodotti medici tradizionali con l’olio di CBD oppure con altri prodotti contenenti CBD o addirittura l’olio di canapa ad usi alimentari (anche se questo ovviamente ha una efficacia decisamente minore).

Oltre ad avere proprietà anti-infiammatorie e anti-dolorifiche, è dimostrato che il CBD ha benefici sia per la salute sia per il sistema immunitario. Questo è un punto estremamente importante per gli atleti (e non solo): dato che il forte stress può danneggiare il sistema immunitario, il CBD è un antistress naturale e aiuta a ridurre l’ansia.

La rimozione dell’olio di CBD dalla lista delle sostanze proibite è stata una ottima notizia per gli atleti professionisti che hanno ora un modo completamente naturale per alleviare il dolore, accelerare il recupero, calmare i nervi ed ottenere il miglior risultato possibile.

Post suggeriti
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca